🚴‍♀️  CONSEGNA IN GIORNATA? → PROVALA SU MILANO 🚀

Hamburger menu 01 Close white
0
    0
    importo totale: 0,00
    Nessun prodotto nel carrello

    Shampoo uso frequente

    La cura dei capelli parte dallo shampoo ed è importante scegliere quello più adatto. Lo shampoo ad uso frequente contiene...

    1-44 di 606 articoli trovati
    1-44 di 606 articoli trovati

    Shampoo uso frequente

    I nostri capelli hanno bisogno di una cura individuale: che siano crespi e ribelli, colorati, particolarmente fini o voluminosi, ogni capello ha esigenze diverse. Per ogni tipo di capelli sono quindi disponibili prodotti di pulizia e cura appositamente sviluppati.

    Con che frequenza si dovrebbero lavare i capelli?

    I capelli sani e brillanti si ottengono soprattutto con la giusta cura. La frequenza con cui si dovrebbe lavare i capelli dipende in primo luogo dal tipo di capelli e dai prodotti che si utilizzano. Molte persone si lavano i capelli troppo spesso, il che li danneggia.

    • Capelli lunghi: vanno lavati solo quando iniziano a fare i capricci. Di solito ciò accade dopo circa due giorni, ma è frequente anche chi li lava con meno frequenza.
    • Capelli corti e fini: più i capelli sono corti, più velocemente il sebo del cuoio capelluto raggiunge le punte. Spesso non è possibile evitare di lavare i capelli tutti i giorni.
    • Capelli secchi: capita spesso di dover fare i conti con punte secche, doppie punte e capelli spezzati. In questo caso non bisognerebbe lavarli troppo spesso,poiché il lavaggio toglie loro il grasso e li disidrata ancora di più. In questo caso basta lavare i capelli minimo ogni tre giorni.

    Quanto spesso bisogna lavarsi i capelli dipende anche da quanto ci si sente a proprio agio e dalle abitudini di ognuno. Se si hanno i capelli unti probabilmente si lavano troppo spesso.

    Lo shampoo giusto è delicato

    È importante assicurarsi che lo shampoo non contenga solfati, poiché possono seccare i capelli e causare irritazioni cutanee. Gli shampoo tradizionali contengono spesso microplastiche e siliconi, che oltre ad appesantire i capelli, possono penetrare nelle acque sotterranee attraverso lo scarico e danneggiare l'ambiente.

    Un consiglio importante è quello di sciacquare i capelli con l’acqua non troppo calda: assicurarsi sempre di risciacquare i capelli possibilmente con acqua fresca. L’acqua calda toglie l’umidità al cuoio capelluto, mentre l’acqua fredda conferisce maggiore lucentezza e resistenza.

    Infine, non bisogna asciugare i capelli con un getto troppo caldo direttamente sulla cute: per asciugare i capelli nel modo più delicato possibile dopo il lavaggio, bisognerebbe dapprima avvolgerli in un asciugamano per togliere tutta l’acqua, e poi asciugarli con aria tiepida. Al momento dell’asciugatura si consiglia di allontanare l'asciugacapelli e un po' per non stressare troppo la cute.

    Lo shampoo secco

    Lo shampoo secco è una buona soluzione intermedia perché cattura il grasso del cuoio capelluto e fa tornare freschi i capelli. Ma anche con lo shampoo secco bisogna fare attenzione a utilizzare prodotti certificati come cosmetici naturali che contengono meno sostanze additive.

    Applicazione corretta: spruzzare lo shampoo secco da una distanza di circa 30 centimetri dall'attaccatura, massaggiarlo con le dita e farlo asciugare per qualche minuto. In seguito spazzolare i capelli per rimuovere i residui.

    Shampoo ad uso frequente per capelli secchi e sfibrati

    Se i capelli sono naturalmente secchi e ricci oppure necessitano di un trattamento particolarmente intenso dopo il colore o uno styling frequente, si consigliano shampoo specifici per capelli secchi e danneggiati. I suoi componenti sono adatti alle esigenze dei capelli secchi: l'estratto d'avena, l'olio d'oliva e le altre sostanze nutritive conferiscono ai capelli una maggiore lucentezza e morbidezza.

    Consiglio: dopo ogni lavaggio usare il balsamo e di tanto in tanto coccolare i capelli con una maschera. Entrambi conferiscono ai capelli una porzione in più di nutrimento e idratazione.

    Pulizia del cuoio capelluto sensibile

    In caso di cuoio capelluto sensibile e irritato si consiglia di pulire delicatamente i capelli con dei prodotti a pH neutro che possono contribuire a mantenere la barriera protettiva naturale della pelle.

    L’urea, il dexpantenolo e l’acqua termale hanno un effetto calmante e queste sostanze sono consigliate soprattutto in caso di cuoio capelluto irritato e incline alla forfora. Gli shampoo per bebè e bambini sono molto delicati e sono anche indicati per il cuoio capelluto sensibile degli adulti.

    Shampoo per capelli fini

    Chi ha capelli molto fini o ha una caduta dei capelli frequente, desidera un volume maggiore. Gli shampoo volumizzanti speciali garantiscono maggiore pienezza alla piega e più leggerezza ai capelli. In nessun caso, dopo il lavaggio, i capelli fini dovrebbero essere appesantiti da prodotti trattanti troppo carichi, poiché renderebbero i capelli ancora più piatti. Anche il taglio deve essere adattato al tipo di capelli per dare più volume.

    Consiglio: dopo il lavaggio asciugare i capelli preferibilmente a testa in giù, e affinché i capelli non si attacchino alla testa, di tanto in tanto è meglio cambiare la riga.

    0

    Stiamo calcolando il carrello migliore tra più di

    1000 Farmacie