Sciatica (sciatalgia): prevenzione e terapia

La sciatica o sciatalgia è l'infiammazione del nervo sciatico, fra i più complessi e importanti del nostro sistema nervoso. Come si cura?

La sciatica, o sciatalgia, è l’infiammazione del nervo sciatico, uno dei più grandi e importanti del nostro corpo, che fornisce lo stimolo motorio ai principali muscoli della gamba destra e di quella sinistra.

La sciatica rappresenta una condizione di dolore acuto che si irradia dalla parte bassa della schiena verso il centro del gluteo e lungo tutta la gamba fino al piede, impedendo o limitando molto lo svolgersi di molte attività quotidiane.

Il dolore in genere interessa soltanto uno dei due lati del corpo, e si presenta con diverse intensità: dal lieve formicolio all’insopportabile fastidio. Non sempre un dolore lungo le gambe, però, è il sintomo di una sciatalgia: alla base infatti di alcune condizioni dolorose possono esserci problemi di circolazione, tensione muscolare o altri problemi.

Vediamo qui come curare l’infiammazione del nervo sciatico.

Sciatica o sciatalgia: cos’è l’infiammazione del nervo sciatico

Il dolore della parte del corpo attraversata dal nervo sciatico indica che è in corso una infiammazione della radice del nervo, situata nella bassa zona lombare. In molti casi, l’irritazione è legata a una discopatia o a un’ernia e si spegne con la risoluzione del problema che ne ha dato origine.

Un’ernia del disco o una protusione possono portare alla compressione di una radice nervosa provocando l’irritazione. Anche il restringimento del canale spinale lombare e la sindrome del muscolo piriforme in seguito a contrattura sono due delle cause possibili della sciatica.

Sciatica, come curare l’infiammazione del nervo sciatico

Nella maggior parte dei casi di sciatica, non c’è bisogno di ricorrere alla chirurgia: l’infiammazione si risolve da sola. Ma ci vuole pazienza, il dolore può protrarsi anche per un periodo di tempo piuttosto lungo.

La sciatalgia sparisce in circa sei settimane, in media. Tranne che in alcuni casi specifici: quelli cioè in cui si protraggono le condizioni che mandano in sofferenza la radice del nervo. Parliamo per esempio della già citata ernia al disco che non si risolve da sola o di altre ernie che effettuano una compressione sul nervo, oppure di deficit neurologici.

In questi casi può essere necessario l’intervento chirurgico (microdiscectomia, laminectomia). Attraverso manovre specifiche lo specialista effettuerà la diagnosi, in base alla quale si capirà il da farsi: lasciare l’infiammazione al suo naturale decorso, sottoporsi ad alcune sedute di fisioterapia e ginnastica posturale mirata al problema, fare delle infiltrazioni antalgiche, programmare un intervento chirurgico per risolvere la causa del dolore acuto.

Nel periodo di maggior dolore, gli esperti consigliano il riposo a letto e con le gambe flesse. Può essere utile assumere anche dei farmaci antinfiammatori, antidolorifici e miorilassanti per alleviare il fastidio.

Leggi l'articolo su PagineMediche