Il potere del divertimento: quanto fa bene ridere?

Divertirsi è una cosa seria. È uno degli ingredienti fondamentali per un buon equilibrio mentale.

Secondo la semantica, il divertimento è un'attività che porta piacere e distrazione dalle preoccupazioni, dallo stress e dalla noia. Ma non tutto ciò che ci aiuta a non pensare ai nostri problemi è divertente e ci dà gioia. Il dilemma tra l'essere e non essere felice ci accompagna dall'alba dei tempi.

Divertirsi senza essere felici, ti è mai capitato?

La felicità è un concetto astratto e soggettivo mentre il concetto di divertimento è più facile da delineare concretamente, in quanto rientra nel divertimento tutto ciò che rompe con la routine e dona piacere. Tuttavia possiamo cadere nel paradosso dell'essere felici ma non divertirsi e di divertirsi senza essere felici.

Per divertirsi bisogna essere in grado di attuare un'impostazione mentale in grado di vivere il momento presente, focalizzato su quel preciso evento/azione che stiamo vivendo. I nostri sensi si devono accendere in maniera piacevole in quella direzione, sapendo gestire pensieri negativi che possano interferire nella nostra attività.

Divertirsi, essere felici sono alla base di una qualità positiva della vita ma soprattutto ingredienti fondamentali per un buon equilibrio mentale. Ma come si fa a divertirsi?

Le tre regole per divertirsi

Partiamo dal fatto che tutto o niente può essere divertimento: dipende da come il nostro cervello percepisce la realtà circostante.

  1. Liberiamoci dai luoghi comuni: “divertirsi è perdere tempo; solo le persone immature o irresponsabili prendono la vita con leggerezza; non sono abbastanza ricco per divertirmi; non posso perdere tempo”.
  2. Cambiamo atteggiamento: preoccuparsi costantemente dei problemi; avere un ruolo di vittima; perdere il senso della meraviglia e della creatività.
  3. Focalizziamoci correttamente: vivi il momento presente e gestisci i pensieri angoscianti e negativi. Impara a vivere con tutto il corpo, immergendoti nelle situazioni e nei momenti. Non è necessario fare cose grandiose per divertirsi ma è importante essere grandiosi all'interno della nostra mente.

È scientificamente provato che la risata, prodotta dal divertimento, produce effetti benefici:

  • migliora la respirazione e la circolazione sanguigna;
  • rafforza il nostro sistema immunitario;
  • rilascia endorfine che riducono o eliminano il dolore e producono una sensazione di benessere.

A livello psicologico, ridere: 

  • riduce stress e ansia;
  • migliora le relazioni;
  • ci permette di sviluppare un'attitudine positiva alla vita;
  • ci aiuta a fare chiarezza nel trovare soluzioni adeguate ai nostri problemi;
  • favorisce l’autostima.

In questo mondo sembra che le persone abbiano sempre più difficoltà a divertirsi. Ciò è dovuto in parte alle pressioni elevate dalle molteplici attività che abbiamo, alla mancanza di tempo per ritagliarsi momenti per se stessi, alla paura del giudizio, ai ruoli rigidi sostenuti a livello sociale.

È importante trovare momenti per divertirsi, è un toccasana per la mente e il corpo quindi che sia con altre persone o che sia tra te e te, trova subito il modo per concederti una bella risata.

Puoi iniziare con questo esperimento: fai finta di ridere e di prenderti il giro, mettiti davanti lo specchio e fatti delle linguacce.... a breve scoprirai che riderai davvero.

Hai bisogno di parlare con la Dr.ssa Marcheselli?

Prova il teleconsulto di Paginemediche e clicca QUI per avviare subito una chat privata con la dr.ssa Marcheselli.

 

Leggi l'articolo su PagineMediche