Corretta idratazione: quanta acqua bere al giorno?

Il fabbisogno d’acqua è variabile da individuo a individuo, e cambia a seconda dei diversi stili di vita, tipo di attività e alimentazione.

Un adulto dovrebbe bere generalmente 2 litri di acqua al giorno per la propria salute. L'acqua è un elemento fondamentale per l’organismo perché regola diverse funzioni biologiche. Per questo, soprattutto durante la stagione estiva, in caso di attività sportiva e in tutte le situazioni in cui si perdono molti liquidi, è importante mantenere una corretta idratazione.

I benefici di una corretta idratazione

Per l’organismo umano, l’acqua riveste un ruolo importantissimo: rappresenta circa il 60% del peso corporeo ed è coinvolta nella quasi totalità dei processi biologici:

Attraverso l’urina, la sudorazione e la traspirazione il nostro corpo perde fino a 3 litri d’acqua al giorno, e molto dipende da alcuni fattori tra cui peso corporeo, temperatura esterna, attività fisica praticata.

Bere acqua è il modo più semplice per mantenere il giusto rapporto tra il volume di liquido in entrata e quello perso, ma non solo. Una parte del fabbisogno è soddisfatto anche dal consumo di alimenti che contengono acqua, soprattutto frutta e verdure.

 

Idratarsi a tavola: i cibi più ricchi di acqua

L’apporto di liquidi, come detto, non avviene soltanto tramite l’azione di bere ma anche mangiando cibi idratanti che aiutano a mantenere in equilibrio il livello idrico, fornendo anche sali minerali e vitamine. Tra gli alimenti più ricchi di acqua troviamo:

  • cetrioli: ricchissimo di acqua (97%) e vitamine, con poche calorie e un grande potere saziante;
  • finocchio: composto prevalentemente da fibre e tanta acqua, è un alleato anche del peso forma;
  • zucchine e pomodori: una ottima fonte di liquidi a tavola e in estate, ideali per pranzi leggeri e saporiti;
  • spinaci e lattuga: come tutte le verdure a foglia verde, contengono acqua per la quasi totalità del loro peso, e vanno consumati crudi;
  • anguria: super idratante e zuccherina, è composta per il 96% di acqua;
  • kiwi e mela: ottimi frutti per idratarsi e per fare spuntini al lavoro e fuori casa.

È bene, invece, limitare l’assunzione di bevande dolcificate o gasate, come tè preconfezionati, cola, aranciate, che sono molto calorici e in quantità elevate possono creare disturbi all’intestino senza idratare a sufficienza.

Cosa accade al corpo se non bevi acqua?

Se non si è idratati a sufficienza, possono essere compromessi numerosi processi del nostro organismo, come il trasporto di sostanze nutritive e la produzione di ormoni,l' incapacità di regolare la temperatura corporea e comparire disturbi al metabolismo e alla circolazione.

Tra i sintomi più comuni di disidratazione troviamo:

  • stanchezza e vertigini;
  • aumento di crampi e dolore alle articolazioni;
  • diminuzione della massa muscolare;
  • pelle, bocca e occhi che diventano secchi;
  • stitichezza;
  • mal di testa e difficoltà respiratorie;
  • ripetuti attacchi di fame col rischio di sovrappeso;
  • sbalzi d’umore e perdita di concentrazione.

Leggi l'articolo su PagineMediche